Due gg sul Gran Sasso: Via Cieri al Monte Prena, Monte Camicia per la cresta W
Data: 13/09/2019-15/09/2019 Categoria: Escursionismo, Escursionismo
Organizzatori MAJORANA LEONARDO
BELLUCCI ANDREA
BOCCIO SANDRO
Descrizione:

Si parte venerdi 13 settembre ore 15:30 per Campo Imperatore, dove si pernotterà presso l'Ostello-rifugio "Lo Zio" (trattamento di mezza pensione). 

Il punto di partenza per entrambe le escursioni è lungo la strada sterrata che porta alla ex-miniera di bitume, la strada è percorribile agevolmente grazie ad un by-pass che permette di evitare un tratto rovinato, conviene comunque avere auto abbastanza alte (io sono andato senza problemi con una Nissan Qashqai). 

1° giorno (sabato 14 settembre): la Via Cieri al Monte Prena è così denominata in ricordo di Raffaele Cieri, medico degli alpini decorato per meriti militari così come l'altro alpino, Raffaele Brancadoro, cui è dedicata l'omonima via posta accanto alla Cieri.

Situata nel versante meridionale dei Monti Infornace e Prena, la Cieri è caratterizzata da un susseguirsi di pinnacoli, balze, canali e pareti rocciose ed offre magnifici panorami sull'intero gruppo del Gran Sasso, sopratutto nella parte terminale, che sbocca direttamente su uno dei tratti più belli del Sentiero del Centenario, quello tra i Monti Infornace e Prena. 

Dal punto di partenza citato prima si scende al sottostante fiume di ghiaia (la Fornaca) che si attraversa per imboccare il sentiero che, aggirando sulla sx il Monte Veticoso, conduce all'altro fiume di ghiaia (La Canala) e alla piccola costruzione-rifugio posta proprio ai piedi della Via Cieri (il cui inizio è segnalato da una targa commemorativa). La via - che procede per canalini, sbalzi e gradoni di roccia, alternati a tratti erbosi e ripide salite sdrucciolevoli, sotto l'ombra di pinnacoli e pareti rocciose - arriva direttamente sulla dorsale posta tra il Monte Infornace (2.469 mt, pochi metri a sx sopra la sella) e il Monte Prena(2.561 mt), sulla cui vetta si giunge seguendo il corrispondente tratto del Sentiero del Centenario, caratterizzato da una ripida cresta (in alcuni tratti dotata di vecchi cavi in disuso e con un passaggio assicurato da corda) e da un breccioso e ripido tratto finale.

Dalla vetta del Monte Prena si scende in direzione sud - est fino alla conca sottostante, seguendo un ripido e ghiaioso imbuto, per arrivare infine, dopo alcuni saliscendi, al Vado di Ferruccio (2245 mt). 

Dal Vado parte il sentiero che, dopo avere attraversato fossi e canali detritici, scende alla strada che porta all'ex miniera di bitume e al punto di partenza.

2° giorno (domenica 15 settembre): verrà percorsa la via che, dal Vado di Ferruccio, porta in cima al Monte Camicia (2564 m). Il percorso, che coincide con la parte finale del Sentiero del Centenario, alterna ripidi tratti in salita, spettacolari fili di cresta a saliscendi e, nel tratto finale, alcuni passaggi rocciosi un poco esposti. Alla fine bisogna risalire un ripido canalino, reso instabile e insidioso dal fondo di ghiaia, dove bisognerà prestare la massima attenzione a cercare appoggi sicuri per gli scarponi per non scivolare e smuovere sassi. 

La discesa è comoda per il sentiero che scende fino al rifugio Fonte Vetica, attualmente inagibile e con lavori in corso di ristrutturazione; dal rifugio si taglia in linea retta più o meno pianeggiante attraverso prati e qualche canaletto di ghiaia per circa due chilometri, per raggiungere le auto. 

Lunghezza Percorso: Via Cieri: 11 km circa Monte Camicia: 13 km circa Dislivello: Via Cieri: 1000 mt circa d+ Monte Camicia: 1050 mt circa d+ Durata stimata: Via Cieri: 7 h circa Monte Camicia: 7.30 h circa
Difficoltà: Via Cieri al Monte Prena: EE+ (passaggi di I e II grado) Monte Camicia dal Vado di Ferruccio: EE+ (passaggi di I e II grado) Indicazioni: Ambedue le escursioni sono impegnative per lunghezza, dislivello e difficoltà; presentano inoltre passaggi alpinistici di I e II grado: sono dunque riservate ad escursionisti esperti, dotati di buona tecnica escursionistica, passo sicuro e assenza di vertigini, in grado di affrontare passaggi che richiedono l'appoggio di mani e piedi su canalini, gradoni e pareti rocciose, ripidi tratti di cresta. Oltre la normale dotazione escursionistica, obbligatori casco e imbraco.
Modalità  e mezzi: Mezzi propri
Appuntamento

Perugia, parcheggio del centro commerciale "Borgonovo", h. 15.30.

Ritorno: domenica tardo pomeriggio - sera.

Iscrizione/Prenotazione:

Uscita riservata a un massimo di 12 persone. Iscrizioni direttamente sul sito della sezione, cliccando il tasto "iscriviti" in fondo alla locandina.

Approfondimenti:

Alesi, Calibani e Palermi: "Gruppo del Gran Sasso - le più belle escursioni", ed. S.E.R.

Allegati:
Quota di partecipazione: due pernottamenti con trattamento di mezza pensione (buona colazione a buffet, cena a menù fisso) presso l'Ostello "Lo Zio" dal 13 (arrivo) al 15 settembre (partenza), al prezzo di € 100 circa (eventuali extra da pagare a parte) Contatta gli organizzatori:

Andrea Bellucci: 3355284478

Leonardo Majorana: 3474281108