L’escursionismo è l’espressione più completa ed autentica dell’andar per monti. Nonostante sia stata l’attività più praticata dal corpo sociale del Club Alpino Italiano e da più tempo, solo in alla fine degli anni ‘80 ha cessato di essere data per ovvia e scontata e ha visto il suo formale riconoscimento attraverso la nascita, nel 1991, di un organismo tecnico centrale, la Commissione centrale per l’escursionismo e dei sottostanti organismi territoriali periferici, le commissioni regionali o interregionali per l’escursionismo.

A questi organismi è stato affidato il compito di organizzare il settore escursionistico, di assicurare la formazione e l’educazione dei soci interessati alla pratica dell’escursionismo, di favorire l’uniformità della segnaletica e delle legislazioni riguardanti il campo della sentieristica, di ottenere un’adeguata formazione degli accompagnatori di escursionismo, a sostegno delle sezioni che ne abbisognassero.