Monte Cardamagna
Data: 20/09/2018- Categoria: Escursionismo, Seniores
Organizzatori RAGNI MARCELLO
GIORGI MARIA PIA
GAGGIOLI VINCENZO
Descrizione:

Dopo aver oltrepassato lo stupendo anfiteatro della Palirosa sulla statale apecchiese (m 370), si risale il percorso del Rio Vitoschio con qualche piccolo guado, oltrepassando le “porte”, alte pareti levigate dal vento che scende dal Nerone e che sembrano toccarsi e chiudere la valle. Al di là nascondevano nel XII sec. l’eremo benedettino di San Bartolomeo, di cui non resta traccia. Più avanti si comincia a salire a tratti ripidamente in un fitto bosco di lecci prima e di carpini e faggi poi, su antichi sentieri di boscaioli. Qualche scoscesa radura (ranco) strappata al bosco e qualche spiazzo di carbonaia ricordano antiche fatiche. Un angolo di selvaggia bellezza è l’attraversamento del Fosso Pisciarello, dove le acque parlottano in fretta con i sassi e si gettano con alti scivoli nelle marmitte dei giganti. Ora il sentiero si mantiene quasi alla stessa quota fin nei pressi di Pian di Trebbio, dove usciti dal bosco si sale in lunga diagonale scoperta sul Monte Cardamagna. Sull’aerea vetta (m 962) si ha la sensazione di dominare lo spazio con la valle del Biscubio e Piobbico giù in basso a destra, mentre a sinistra, sulla Carda, sono i pochi resti del castello, feudo della famosa famiglia degli Ubaldini. In lontananza oltre i colli di Urbino si scorgono l’azzurro del mare Adriatico e le sagome di San Leo, del Titano e del Sasso di Simone. La discesa fra radure e quercete porterà a guadare il fosso del Molino, forse l’angolo più suggestivo dell’intero itinerario. Il torrentello, nei pressi dei ruderi del vecchio molino, forma alte cascate su profonde marmitte che si possono osservare (e fotografare) in tutta la loro bellezza dalla rupe dirimpettaia. Per tornare alla statale basta ora percorrere circa un chilometro dell’antica stradicciola (ora abbandonata) che univa Piobbico a Serravalle di Carda, scavata su fitti strati di scaglia.

Lunghezza Percorso: 12 km circa Dislivello: 750 m circa Durata stimata: 4:30 h (senza le soste)
Difficoltà: E Indicazioni: Il percorso si snoda prevalentemente su sentieri spesso sassosi, a tratti esili e per lo più poco agevoli. Più del solito, si richiede attenzione e presa certa degli scarponi. Come indica il nome, questo è il regno dei cardi: si raccomandano pantaloni lunghi !!!!!
Modalità  e mezzi: Mezzi propri. Percorso auto: Perugia, Collestrada, Città di Castello (nord), Bocca Seriola, Apecchio, Rio Vitoschio (100 km ca). Si parcheggia nei pressi del Rio Vitoschio (8 km circa dopo Apecchio), dove inizierà l'escursione. Poi gli autisti porteranno le auto 2 km indietro presso una fonte dove terminerà l'escursione.
Appuntamento

Appuntamento alle ore 7,30 al parcheggio di Borgonovo (Centova),  oppure alle ore 7.45 presso il bar di Collestrada.

Iscrizione/Prenotazione:

Con il tasto "iscriviti" nel sito.

Approfondimenti:
Allegati: 18-09-20 Cardamagna.pdf
Contatta gli organizzatori:

Vincenzo Gaggioli  334 8980349

Maria Pia Giorgi  340 2545164

Marcello Ragni  335 6794803