Tel: 075.5730334 (mar e ven, 18.30 - 20.00)
E-mail: posta@caiperugia.it 

Monte Orve, Monte Palarne, Monte Sauro: anello attorno alla Palude Plestina
Data: 20/01/2022- Categoria: Escursionismo, Seniores
Organizzatori CROTTI DANIELE
BACUCCOLI CARLO
BELLEZZA LUIGI
CIACCIO STEFANO
GIULIANI MORENO
Descrizione: Si parte dalle Casermette di Colfiorito, dinanzi alla sede dell'Ente Parco. Siamo a quota 750 m circa. Da qui saliamo al castelliere del monte Orve (926 m). Scendiamo in dir S-SO sino al castelliere Croce di Cassicchio (838 m), e da qui al Molinaccio a fianco del principale inghiottitoio della Palude (758 m). Procediamo quindi in dir O per salire a Forcatura (858 m). Dal borgo si prosegue in salita per giungere al monte Palarne (968 m). Si scende poi in dir S per raggiungere l'ex Eremo dei Santi antistante il castelliere di monte Sauro (894 m). Quest'ultimo è forse uno dei castellieri più tipici, lo vedremo. Scendiamo successivamente alla Palude e, aggirandola sul versante E, torniamo al punto di partenza.
Lunghezza Percorso: 14 km circa Dislivello: Dislivello complessivo 500 m circa. Durata stimata: 5 ore più le soste. Si ipotizza una durata complessiva non inferiore alle 6 ore. Pertanto il rientro a PG sarà nel tardo pomeriggio.
Difficoltà: E + (relativamente alla lunghezza). Ma: in due punti vi è una discesa ostica da affrontare con particolare attenzione. Indicazioni: Periodo invernale: coprirsi adeguatamente. Scarponi invernali, bastoncini, guanti e berretto. Lungo il percorso non vi sono fontanelle. Il percorso è lungo ma non presenta particolari difficoltà (vedi sopra). Va peraltro sottolineato: 1) chi non è allenato per un percorso di almeno 5 ore è invitato a valutare la propria disponibilità senza dovere condizionare il gruppo; 2) chi dovesse rientrare per tempo è meglio che eviti la partecipazione; 3) stare sempre sui sentieri; laddove non vi fossero seguire la guida incolonnati onde evitare danni ecologici. Prevenzione COVID - 19 (sia infezione che malattia): 1) evitare assembramenti anche all'aperto; 2) mantenere sempre distanze di sicurezza (almeno un paio di metri uno dietro l'altro o uno a fianco dell'altro; 3) se ci si dovesse fermare evitare di stare vicini ed evitare di parlare troppo e ad alta voce, nel qual caso comunque indossare la mascherina; 3) evitare contatti stretti; 4) si valuterà la possibilità di ridurre il numero di partecipanti.
Modalità  e mezzi: Mezzi propri. Raccomandazione: non più di 3 persone per vettura e con indosso la mascherina!
Appuntamento Perugia Borgonovo: ore 7.35. Collestrada bassa: ore 7.55. Partenza dopo avere verificato il possesso del Green Pass e quindi essere in regola. Bar la Barchetta a Colfiorito: ore 8.40. Partenza dell'escursione: ore 9,00.
Iscrizione/Prenotazione: On-line sul sito
Approfondimenti: Vedi allegati! Vi domanderete perché Colfiorito, perché gli Altopiani Plestini. La risposta non è nel vento ma nella concreta e reale bellezza di questi luoghi. Nell'allegato i miei passati 7 petali di Colfiorito (degli Altopiani Plestini) sono esplicativi. Leggeteli! E poi... vi è comunque sempre qualcosa da scoprire o da riscoprire. Nel corso di siffatta escursione saliremo su almeno 3 castellieri (uno più interessante e suggestivo dell'altro) e aggireremo la Palude, oltre a salire al monte Palarne. La veduta di 5 dei 7 piani sarà affascinante... E, poi, le Casermette raccontano tante storie... E non dimenticate né dimentichiamo l'Ente Parco di Colfiorito con il suo museo naturalistico e non poco d'altro. Oggi non lo visiteremo causa motivazioni varie, in primis tempi tecnici improbi. Il percorso odierno è la commistione parziale di un paio di "petali" come in un allegato presentati.
Allegati: I petali di Colfiorito.pdf
Quota di partecipazione: Nessuna Contatta gli organizzatori: Daniele Crotti (coordinatore): 329 7336375 Si prega di attenersi alle indicazioni legali legate alla situazione pandemica virale come Indicazioni fondamentali per potere partecipare. A seguito della direttiva CAI “Gestione delle attività al chiuso e all’aperto” è fatto obbligo per le attività CAI del possesso della certificazione verde “Green Pass” sia da parte dei partecipanti che degli accompagnatori. Il Green Pass sarà verificato dai direttori delle attività CAI pena l’esclusione dalle attività. .