Nel 2011 la Regione dell'Umbria ed il CAI Umbria hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per migliorare la rete sentieristica regionale a partire da quella presente all'interno delle sette Aeree Parco Regionali.Ogni Sezione ha adottato uno di questi parchi e, attraverso l'attività volontaria dei propri soci, garantisce la georeferenziazione degli itinerari, il controllo e monitoraggio e monitoraggio dei sentieri, attraverso ricognizione periodiche. Nel corso di queste ricognizioni i soci incaricati di seguire il sentiero provvedono ad interventi di manutenzione della segnaletica e, se del caso, a rilevare e segnalare la necessità di interventi di natura strutturale all'Agenzia Forestale Regionale, subentrata in questo compito alle Comunità Montane. La sezione di Perugia ha adottato il Parco del Trasimeno ed i suoi 12 sentieri che si sviluppano per complessivi 144,6 km.

I 12 sentieri in questione, che corrispondono ad altrettanti itinerari sono:

1. Castel Rigone- Torre Fiume (M03)

2. Magione M.te Ruffiano  (M12)

3. La Marzolana - Montali - S. Arcangelo (M13)

4. Mongiovino - Buca del Calcinaro (M15)

5. Fontignano - Montali - M.te Solare (M16)

6. Montemelino - M.te Penna - Montesperello (M21)

7. Missiano - Petravella - Panicale (M23)

8. Passignano - Poggio Belveduto (M25)

9. Torale - Pischiello - P.ggio Bandito - Convento Cappuccini (M26)

10. Saguineto - Montegualandro (M27)

11. Torale - Vernazzano - Cima di Tuoro - Pischiello (M28)

12. Paciano - Pausillo (M29).

Inoltre a partire dal 2015 la Regione dell'Umbria ha attivato in collaborazione con il CAI un progetto per la realizzazione di un catasto regionale dei sentieri. A tal fine la Regione ha diviso il territorio regionale in 9 aree; Perugia, alcuni comuni limitrofi ed i comuni del Lago, sono compresi nell'area 9.  Il  primo step ha visto le Sezioni CAI dell'Umbria impegnate nella rilevazione della rete sentieristica esistente nel territorio di propria competenza. Nel caso dell'area di competenza della ns. Sezione i sentieri individuati in questa prima fase sono stati 52 sentieri per uno sviluppo di 470 km. circa. La seconda fase, ancora da avviare, consisterà nella georefrenziazione dei sentieri individuati ed il riportarli su carta. Quindi a ciascuno di loro verrà assegnato un numero identificativo univoco (es. tutti i sentieri di competenza della ns. Sezione, essendo l'area la numero 9, andranno da 905 a 999; i primi 5 numeri sono lasciati per sentieri che attraversano tutto il territorio regionale, es. il sentiero Italia). 

Referenti sezionali per la sentieristica sono:

Franco Calistri - e-mail francocalistri@libero.it 

Ugo Manfredini - e-mail ugo.manfredini@alice.it