La commissione TAM, tutela ambiente montano, nazionalmente si è formato nel 1984, come evoluzione della precedente Commissione PNA (Protezione Natura Alpina -1968). La concezione passiva di Protezione si trasforma in Tutela attiva, chiamando in causa la gestione del territorio; non si usa più il termine Natura ma Ambiente, che vede un'interazione tra Natura ed Uomo. Infine non ci si limita all'ambiente Alpino ma più in generale a quello Montano. Sempre a livello nazionale la TAM è organo tecnico con il compito di offrire supporto tecnico di conoscenze scientifiche nell'ambito della tutela. Strumento di diffusione delle elaborazioni della Commissione sono i Quaderni TAM, tutti consultabili e scaricabarili al seguente indirizzo: www.cai-tam.it/quaderin-tam

Nel corso degli anni si sono formate Commissioni TAM anche a livello sezionale con il compito di favorire e sviluppare le conoscenze dell'ambiente e studiare  il delicato rapporto traconservazione e fruizione delle nostre montagne. Tra i suoi compiti c’è allora quello di monitorare e svolgere attività di tutela dell'ambiente, di effettuare opera di educazione e sensibilizzazione alle problematiche connesse ad uno sviluppo sostenibile del territorio montano, proporre opportune iniziative di salvaguardia, soprattutto di tutela preventiva, tutelando e rendendo fruibili, con una frequentazione responsabile, ambienti e presidi culturali della montagna.

Nel corso del 2015 si è tenuto un corso interregionale (Umbria Marche) per la formazione Operatori Sezionali TAM. Attualmente la Sezione ha 3 titolati Operatori Regionali Ambiente Montano (ORTAM) e 3 titolati Operatori Sezionali Tutela Ambiente Montano (OSTAM).